Abbiamo intervistato Il Prof. Ing. Rosario Lanzafame  Ordinario di Sistemi Energetici presso l’Università degli studi di Catania, ci ha illustrato il piano per riposizionare la città di Catania nel panorama energetico nazionale.

L’area metropolitana di Catania ha bisogno di fatti, si attende da oltre due anni il regolamento energetico edilizio che poteva rappresentare un vero volano per lo sviluppo e che poteva essere la linfa per un nuovo pardigma relativo alle imprese.

Pensare green energy per conseguire risultati utilizzando i fondi che sono a disposizione da parte della comunità europea.  Tutto questo non è stato fatto ma si propone un piano per fare delle cose da domani mattina che consentirebbe alla città di riposizionarsi nel panorama energetico nazionale.

In assenza degli elementi prodromici come le attestazioni di prestazione energetiche, le diagnosi energetiche non possiamo neanche immaginare di partecipare ai bandi. I bandi europei ci sono ma manca la progettazione. 4 punti in 7 azioni per una nuova era in ambito di attività lavorativa per giovani talenti. Riprendere l’agenzia territoriale, fare informazione per il cittadino per conseguire il risparmio e utilizzare i finanziamenti europei ma partendo da un censimento del sistema edificio impianto e pianificando il monitoraggio.

Pin It on Pinterest

Share This