TUTTE LE RIVISTE DI ENERGIA IN COMUNE

6° NUMERO

Emilia-Romagna: un Patto condiviso per un futuro sostenibile

Abbiamo deciso di dedicare il bimestrale Marzo/Aprile all’Emilia-Romagna, la seconda Regione più ricca d’Italia dopo la Lombardia e una delle più floride d’Europa, con una vasta area (la Pianura Padana) che raggruppa la maggior concentrazione produttiva e manifatturiera d’Italia, rappresentando, però, al contempo, una delle zone più esposte sul piano ambientale a partire dalla qualità dell’aria.
Ci siamo trovati di fronte a una Regione consapevole e attenta, che guarda all’Europa, in grado di diventare un modello d’esempio per tutta l’Italia, capace di mettersi alla guida della transizione energetica che stiamo affrontando.
  

La Regione ha siglato insieme a 55 firmatari tra enti, atenei, imprese e sindacati, “Il Patto per il Lavoro e il Clima”, un documento che stabilisce impegni e responsabilità condivisi rispetto a un percorso comune verso un’economia più sostenibile.
Il documento non ha soddisfatto la Rete di Emergenza Climatica e Ambientale dell’Emilia-Romagna (RECA), così 76 associazioni ambientaliste hanno deciso di riscrivere proprio in questi giorni un contro-patto più radicale, con altre azioni e progetti per raggiungere la neutralità carbonica prima del 2050. Anche a loro abbiamo dato spazio con un articolo dedicato al Patto per il Clima.
Da una parte le istituzioni chiedono di portare avanti un’unica strategia, dall’altra le associazioni riscrivono un nuovo documento che parte dal basso evidenziando alcuni punti cardine.
Una cosa è certa, l’attenzione è alta e saranno mesi ricchi di confronti, dibattiti visioni e sensibilità.
Tutti hanno compreso che è il momento di agire, serve un processo di partecipazione democratica e progettazione condivisa.

L’intervista al direttore generale Economia della Conoscenza, del Lavoro e dell’Impresa della Regione, Morena Diazzi, analizza diversi aspetti che meritano di essere letti con attenzione.
Sicuramente siamo di fronte a un processo consapevole dove anche i comuni hanno fatto la propria parte attraverso i PAESC, a parlarcene è stato Alessandro Rossi direttore Politiche energetiche e ambientali ANCI (Associazione Nazionale Comuni Italiani). Un percorso che ci ha portato ad analizzare anche altri aspetti come le ripercussioni della pandemia sulla certificazione energetica degli edifici con un contributo di Cosimo Marinosci, ingegnere edile, Ph.D Ingegneria Industriale e ricercatore universitario. Infine abbiamo analizzato grazie a Kristian Fabbri, architetto, docente all’Università di Bologna e consulente per la Regione Organismo di Accreditamento Regionale per i Certificatori energetici (ART-ER) il tema della povertà energetica, un fenomeno ancora poco conosciuto che merita uno spazio importante nel dibattito europeo e nazionale. Anche questa volta abbiamo parlato del Superbonus 110%, il tema è stato affrontato da Aiat (Associazione Ingegneria per l’Ambiente e il Territorio). 

5° NUMERO
Lazio: regione a due velocità

Il 2021 ci accoglie con parecchi cambiamenti, un nuovo Governo del Paese, un nuovo Ministero per la Transizione Ecologica, le nuove varianti del
virus. Dopo quasi un anno dal primo lockdown siamo ancora qui a combattere la pandemia. La pandemia è la conseguenza di uno sviluppo
selvaggio e senza regole che non ha rispettato l’ecosistema.
Con la speranza del cambiamento e la voglia che questa pandemia lacerante finisca presto ci siamo occupati delle tematiche energetiche della Regione Lazio. L’impressione è quella di una Regione a due velocità con il mondo della ricerca che fa da traino e le amministrazioni locali che stentano a decollare. La ricerca ha ottenuto importanti risultati sull’idrogeno verde e la creazione di una Hydrogen Valley presso il centro di ricerca Casaccia di Enea grazie allo stanziamento da parte del Mise di 15 milioni di euro, il mondo universitario è diventato punto di riferimento nel processo formativo volto
al cambiamento grazie a luminari del mondo accademico come il Prorettore alla Sostenibilità Università La Sapienza di Roma, il Prof.
Livio de Santoli.

Gli enti invece stentano, tant’è che il Piano Energetico Regionale è stato approvato dalla Giunta il 25 marzo del 2020 ma resta al momento in fase di emendamento all’interno della Commissione
lavori pubblici, infrastrutture, mobilità e trasporti. In un momento così emblematico per l’Italia noi proviamo a raccontare una Regione che viaggio quindi a due velocità. Una è quella dei tecnici, ricercatori e accademici e delle associazioni
ambientali come AIAT (Associazione Ingegneri per l’Ambiente e il Territorio), con un nuovo consiglio
direttivo presieduta da Giuseppe Mancini, e l’altra, quella delle amministrazioni, che sembrano non stare
al passo con i tecnici. Con gli interventi di Livio de Santoli, Mauro Alessandri, Andrea Eleuteri, Giorgio Graditi, Giuseppe Mancini, Giovanni Puglisi, Rino Romani vi auguriamo una buona lettura.

In Copertina On. Riccardo Fraccaro Sottosegretario di Stato Alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

4° NUMERO

Focus Superbonus 110% proroga al 2022

Con la speranza di archiviare presto il 2020 e in attesa del 2021, per approfondire le sfide green di una nuova regione, abbiamo pensato di dedicare uno speciale al Superbonus 110%.

In questo numero a pochi giorni dalla proroga al 2022 abbiamo intervistato il Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio di Ministri On. Riccardo Fraccaro, Armando Zambrano Presidente Consiglio Nazionale Ingegneri, Giuseppe Rufo direttore generale DEI Tipografia del Genio, Alessandro Ponti Amministratore Delegato di Harley&Dikkinson, l’ arch. Antonio Disi di Enea e l’ing. Alberto Boriani di Innova, punto di riferimento importante in questa bella avventura dedicata all’informazione green. 

È partita la nuova opportunità per riqualificare le nostre abitazioni sia dal punto di vista sismico che da quello energetico, purtroppo va a rilento a causa della complessità del sistema amministrativo-burocratico.

Ma ormai la strada sembra tracciata e con l’accordo Europeo del taglio delle emissioni di CO2 di almeno il 55% entro il 2030 e i finanziamenti del Recovery Fund dedicati per il 37% al Green New Deal appare segnata anche la strada per la proroga del Superbonus del 110%. 

In Copertina Domenico Laforgia Università del Salento

3° NUMERO

Puglia: la Regione energeticamente solidale

Una Regione che merita di essere raccontata dal punto di vista energetico.
La Puglia affronta la sfida grazie a una visione moderna e “solidale”.
E’ per questo che abbiamo deciso di dedicare questo bimestrale Novembre/ Dicembre alla Puglia grazie al contributo in prima pagina dell’ Ing. Domenico Laforgia, Professore Ordinario di Sistemi per l’Energia e l’Ambiente dell’Università del Salento e Direttore del dipartimento Sviluppo Economico, Innovazione, Istruzione, Formazione e Lavoro.
La Puglia è stata la prima Regione a istituire il reddito energetico con l’obiettivo di favorire la diffusione di impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili nelle utenze domestiche o condominiali. A raccontarci tutto è Antonio Trevisi esperto in pianificazione energetica.
Tanti gli approfondimenti con le interviste realizzate dalla nostra Redazione.
Fondi comunitari, Zone Economiche Speciali e visioni future per la ripartenza di un settore importantissimo per l’economia.



2° NUMERO

Lombardia, la Regione sostenibile


Il nostro viaggio nelle Regioni d’Italia continua.
Mentre la curva dei contagi in questi giorni di fine settembre torna a risalire e con essa le preoccupazioni, abbiamo intervistato la classe dirigente del territorio Lombardo e abbiamo chiesto cosa è stato fatto e cosa ci aspetta in ambito energetico nei prossimi anni. Le speranze di una ripresa dalla recessione in atto sono elevate e puntano tutto sulla strategia finanziaria messa in campo dalla Commissione Europea: il Next Generation EU, 750 Miliardi di euro per la ripresa Europea.
Un numero interamente dedicato alla Regione Lombardia con un focus speciale su Conto Termico e GSE.
Certificazioni energetiche, #NZEB, Green Building Council Italia, fondi strutturali e investimenti europei,la nascita del nuovo Punto Energia e Clima per i comuni e poi ancora il bellissimo progetto Forestami che ha l’obiettivo di piantare 3 milioni di #alberi nel territorio della città metropolitana di Milano entro il 2030.

Ecco come la Regione Lombardia e il Comune di Milano stanno affrontando la transizione energetica.


1° NUMERO

In copertina Domenico Prisinzano ENEA


Sicilia e detrazioni al 110%

Il primo numero dedicato alla Sicilia con approfondimenti importati su temi nazionali come le Detrazioni al 110% e la cessione del credito trattati in esclusiva dall’Ing. Domenico Prisinzano, Coordinatore Task Force Detrazioni fiscali ENEA.
In questo numero si parla anche di Green Deal e Sicilia in una lunga intervista a Giuseppe Ricci, Presidente di Confindustria Energia.
E poi un approfondimento sul futuro e sull’introduzione della tutela dell’Ambiente tra i principi fondamentali della Costituzione con Luca Ramacci, Consigliere della Corte Suprema di Cassazione e profondo conoscitore della materia.
Abbiamo messo in evidenza il lavoro svolto dalla Regione Siciliana intervistando Tuccio D’Urso dirigente del dipartimento Energia Regione Siciliana, Roberto Sannasardo Energy manager della Regione e Domenico Santacolomba dirigente responsabile della programmazione energetica che ci ha parlato dei Paesc. Un esempio virtuoso lo abbiamo raccontato grazie al contributo di Agatino Pappalardo, Energy manager dell’Università di Catania modello d’esempio nella nostra Regione.