Rimuovere gli ostacoli alle ristrutturazioni edilizie ‘verdi’ a tutti i livelli. E’ l’obiettivo della Renovation Wave, la strategia per l’efficienza energetica negli edifici adottata oggi dalla Commissione europea. Il piano prevede incentivi per proprietari e inquilini, finanziamenti tramite NextGenerationEU e altri fondi Ue e privati, assistenza per preparare e attuare progetti di ristrutturazione, sia alle autorità nazionali e locali che per la formazione per i nuovi “lavori verdi”, sviluppo del mercato per prodotti da costruzione sostenibili e coinvolgimento dei cittadini per creare distretti a consumi energetici zero e una iniziativa per alloggi a prezzi accessibili.

Le priorità per l’azione politica e il finanziamento sono tre: ridurre la povertà energetica, con la ristrutturazione degli edifici con le prestazioni energetiche peggiori; rendere più efficienti gli edifici pubblici come scuole, ospedali e strutture amministrative; decarbonizzare i sistemi di riscaldamento e raffreddamento. Per cercare di colmare un divario di investimenti che la Commissione stima in 275 miliardi l’anno, i canali dei contributi Ue saranno il Recovery plan, le garanzie di InvestEU, fondi della politica di coesione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.